MANOSCRITTI

Poche, com’è noto, sono le opere pirandelliane di cui sono pervenute testimonianze manoscritte. Data la rarità e preziosità di questi documenti in ordine alla gestazione delle opere, abbiamo scelto di riservare a essi un trattamento filologico separato da quello dei testi stampati.

Questo significa per l’utente avere la possibilità di un contatto ‘diretto’ con gli autografi dell’agrigentino, di poterne osservare le stratificazioni, i movimenti della scrittura, le esitazioni, i ripensamenti radicali che investono l’opera a diversi livelli, da piccoli fatti lessicali a sequenze testuali significative.

La nostra decisione, rispetto a una mera riproduzione digitale del manoscritto, è stata quella di offrirne una trascrizione che affianca in modo sinottico ogni pagina dell’autografo. La novità di questa trascrizione è quella di rendere conto della ‘storia’ del manoscritto in modo diplomatico, ossia attraverso una modalità di rappresentazione che riporti scrupolosamente tutto il complesso di cancellature, correzioni, aggiunte di testo, che fanno di alcuni manoscritti pirandelliani un vero e proprio laboratorio d’autore.

ago_2_SF99000000_54725544